DE  |  EN  |  FR  |  IT  |

News

Meet the Street – Essere in giro in sicurezza

Manage your Streets!

Sei in grado di organizzare gli incroci più caotici del mondo? Benvenuto/a a „Meet the street“! Mobilità pedonale e l’ufficio creativoFEINHEIT ti portano il gioco del traffico più folle mai visto. Scaricalo subito gratuitamente!

Sulle strisce pedonali succede sempre qualcosa: si incontrano bambini che giocano, persone anziane con il bastone, camion, tram e macchine della polizia velocissime. Nel gioco „Meet the Street“ hai tu la responsabilità per l’organizzazione di tutti gli utenti della strada. Solo tu puoi evitare lo scontro. Manovra i vari veicoli e fai attraversare in sicurezza la strada a più di 20 tipi di pedoni . Ti stanno aspettando tanti livelli appassionanti con strade di campagna tranquille, villaggi e centrocittà caotici.

Essere in giro in sicurezza

Chi si sta spostando a piedi, non è circondato dalla carrozzeria che lo protegge. Sentiamo tutti i giorni di incidenti stradali su strisce pedonali o nelle loro vicinanze, nei quali pedoni vengono feriti o addirittura uccisi. „Meet the street“ insegna in modo giocoso il comportamento sicuro sulla strada, rispettando minuziosamente le regole del traffico ma anche coinvolgendo preziose esperienze quotidiane.

A differenza dell’amato videogioco „Grand Theft Auto“ nel gioco „Meet the street“ non raccoglie punti chi investe senza scrupoli pedoni. „Meet the street“ ricompensa chi evita scontri e aiuta i pedoni a raggiungere la loro meta in sicurezza. Dalla prospettiva a volo d‘uccello il giocatore scivola nei ruoli di passanti e automobilisti. In tempo adeguato si deve decidere chi ha la precedenza nel traffico caotico. Come reagiscono bambini che giocano, adolescenti che stanno ascoltando musica o anziani con il bastone di fronte a veicoli che si stanno avvicinando a tutta velocità. „Meet the street“ è un gioco educativo che rende possibile un approccio giocoso che porta a conoscenze pratiche su situazioni del traffico e promuove il comportamento adeguato.

Più informazioni

03.04.2013