DE  |  EN  |  FR  |  IT  |

Azione zebra gialla

L’incidente stradale non è fatalità

La precedenza per i pedoni sulle strisce pedonali deve essere più rispettata da parte dei conducenti. Però anche i pedoni a loro volta devono attraversare la strada solamente se il veicolo che si sta avvicinando può fermarsi in tempo. La sicurezza nel traffico stradale aumenta se tutti i partecipanti si comportano considerando anche i bisogni degli altri. Per raggiungere quest’ obiettivo, Mobilità pedonale Svizzera e il Touring Club Svizzero, in collaborazione con l’ Ufficio svizzero per la prevenzione degli infortuni (upi) e con altre organizzazioni competenti hanno elaborato cinque consigli reciproci.

L’azione “zebra gialla” è un progetto nell’ ambito della giornata mondiale OMS della salute (7 aprile 2004) che sarà dedicata alla sicurezza stradale. E’ anche un progetto nazionale ufficiale nell’ ambito della settimana della sicurezza stradale dell’ organizzazione ECE dell’ ONU.

La legislazione in vigore

ONC art. 6.1: Davanti ai passaggi pedonali senza regolazione del traffico, il conducente deve
accordare la precedenza a ogni pedone o utente di un mezzo simile a veicolo che si trova già sul passaggio pedonale o che attende davanti ad esso e che visibilmente vuole attraversarlo. Deve moderare per tempo la velocità e all ’occorrenza fermarsi per poter adempiere questo obbligo.
ONC art. 47.2: Sui passaggi pedonali senza regolazione del traffico, il pedone ha la precedenza, salvo rispetto alle tranvie e alle ferrovie su strada. Tuttavia non può avvalersi della precedenza se il veicolo è già così vicino da non potersi più fermare per tempo.
Dal primo marzo 2006:
L’inosservanza del diritto di precedenza sulle strisce pedonali potrà, in futuro, essere punita nel quadro della procedura della multa disciplinare (Fr. 140.-), sempreché il pedone non sia stato messo in pericolo.